Le sette sorelle di Lucinda Riley

Chi mi conosce bene sa che una delle cose che più amo fare è aggirarmi tra gli scaffali delle librerie in completa solitudine, accompagnata unicamente da quelle che io chiamo “Liste della biblio-spesa”. Mi piace andare a caccia degli autori che ho appuntato senza che nessuno mi disturbi o, peggio, mi faccia la fatidica domanda: “Ha bisogno di qualcosa?”. A volte, però, succede che io ascolti sfacciatamente i consigli che librai molto più esperti di me stanno dando ad altri clienti. Un po’ per la mia infinita curiosità, un po’ perché non si finisce mai di scoprire autori e romanzi nuovi. E, lo ammetto, mi piace un sacco. Continua a leggere “Le sette sorelle di Lucinda Riley”

La libreria delle storie sospese: quando i sogni diventano realtà

[Avvertenza: questo è un post che non parla solo di libri, parla soprattutto di sogni.]

Tutti abbiamo un sogno.
Almeno uno.

Da piccola, avevo sogni che mi sembravano immensi. Quando andavo all’asilo sognavo di essere a scuola e di dover fare i compiti per il giorno dopo, tanto da costringere mia mamma a fingere di essere la maestra. Alle elementari, sognavo di diventare una benzinaia, perché quando mi fermavo col papà a fare benzina nel centro del paese adoravo quel profumo, alzavo il finestrino e aspiravo più che potevo. Poi, però, quando mi chiedevano cosa mi sarebbe piaciuto fare da grande rispondevo sempre “la ballerina”: perché era la risposta che tutti si sarebbero aspettati, perché non volevo deludere nessuno. E perché ancora non avevo imparato una delle lezioni fondamentali: che ai sogni bisogna continuare a crederci, anche quando nessuno sembra crederci insieme a te.

Continua a leggere “La libreria delle storie sospese: quando i sogni diventano realtà”