Letture crudeli, Recensioni

La colpa – Lorenza Ghinelli

Estefan ha nove anni. Gioca con scivoli che hanno enormi buchi. Tocca scritte sui muri che diventano incubi di sangue. Parla con Angoscia - che ha sempre la A maiuscola - e si abbandona alle vertigini. Ha una madre e un padre che non lo amano più. Martino aveva il suo ottavo compleanno da festeggiare,… Continue reading La colpa – Lorenza Ghinelli

A letto con..., Amore, Bibliocure, Gialli e Thriller, Letture crudeli, Libri da ricordare, Recensioni

I miei consigli letterari per il Natale 2016

Sì, lo so, arrivo un po' tardi. Natale è domani, i regali li avete già fatti (spero), ma non potevo proprio evitare di raccontarvi alcuni libri che hanno riempito il mio 2016 e che vi consiglio, sia da mettere sotto l'albero che da leggere in questi giorni di festa. Quello che sta per finire è stato un anno… Continue reading I miei consigli letterari per il Natale 2016

Letture crudeli, Libri da ricordare, Recensioni

Le ragazze di Emma Cline – Tra paradiso e inferno

Alzai gli occhi per via delle risate, e continuai a guardare per via delle ragazze. Un incipit folgorante, che non dà spazio a dubbi: Le ragazze di Emma Cline è un romanzo che non può lasciare indifferenti. A colpire non è solo una scrittura bellissima, ambiziosa e di una bellezza perfetta, magistralmente tradotta per Einaudi da Martina… Continue reading Le ragazze di Emma Cline – Tra paradiso e inferno

Gialli e Thriller, Letture crudeli, Recensioni

Consigli gialli: vi presento Lupo bianco di Franco Matteucci

Si avvicina l'estate, il giallo è il colore del sole e pure quello dei libri che spesso amiamo leggere sotto l'ombrellone. Da fan sfegatata del genere (anche se continuo a credere che "genere" sia vocabolo troppo riduttivo), vi regalo un piccolo consiglio basato su alcune mie letture recenti.Si tratta di Il suicidio perfetto e La mossa del cartomante dell'autore… Continue reading Consigli gialli: vi presento Lupo bianco di Franco Matteucci

Letture crudeli, Recensioni

Ci voleva una giornata davvero noiosa per farti tornare, Giorgio Pellegrini

[Massimo Carlotto, Alla fine di un giorno noioso, e/o]D'altronde, ci avevi detto solo Arrivederci, dieci anni fa. E noi non ti avevamo certo dimenticato.Dopo Arrivederci amore, ciao, che nel 2001 l'ha consacrato fra i mostri sacri (nel senso letterale del termine) della letteratura noir, Giorgio sembra aver davvero cambiato vita. Una bella casa, una bella… Continue reading Ci voleva una giornata davvero noiosa per farti tornare, Giorgio Pellegrini

A letto con..., Letture crudeli, Recensioni, Vita e letteratura

Dalla città di K. non si scappa

Immaginate di avere fra le mani una Polaroid. E scattate.Che vi piaccia o meno, quella fotografia rimarrà lì così com'è, con tutti i suoi difetti, le facce strane, le pose sbagliate o i colori fuori moda. Non ci saranno possibilità di correzioni nè ritocchi alle sbavature.Quella che avete davanti, però, non è certo l'istantanea di… Continue reading Dalla città di K. non si scappa