due piccioni con una fava (anzi, con un libro)

Il primo esempio che mi viene in mente (ammetto in via del tutto personale e pure un filino idiota) per porre un momentaneo rimedio all’acquisto librario compulsivo, arriva da mia madre.
La quale, pochi giorni fa, ha di sua sponte preso la decisione di regalarmi un libro. “Perché ti fa bene, ti serve, ti sdrammatizza la giornata…”. (Tutto ciò, va sottolineato, nonostante sia consapevole delle pile di libri letti e ancora da leggere presenti nelle varie stanze di casa).
Gironzoliamo in libreria e, spinta dall’allettante trentapercentodisconto gentilmente offerto dalla Mondadori (presumibilmente prima di ristampare le edizioni pompando il prezzo come ogni anno), la vedo dirigersi convinta alla cassa con…

Il libro dei morti di Patricia Cornwell. “Ammetto che il titolo non sia molto allegro, ma… in questi giorni hai bisogno di non pensare, e questo sicuramente ti aiuterà”. In più, aggiungo io, i regali sono due. “Due??” Eh già. Il libro, e pure… la Scarpetta. In mancanza di potere d’acquisto per comprarmi quelle vere, va benissimo pure questa! (E la detective protagonista dei polpettoni della Cornwell – per altro da me mai letti prima – si rivelerà essere decisamente più divertente che sopportare i calli causati dalle scarpe nuove).

Il romanzo poi, nel pieno rispetto del classico giallone, è stato una lettura piacevole e adatta alla sdrammatizzazione, quindi obiettivo raggiunto.

Brava mamma, dieci e lode e bacio accademico.

Occorrente:

– una mamma

– una libreria nei paraggi
– gli sconti della Mondadori
– attraversare un momento non esattamente splendido, ma
– decidere di farlo con un po’ di ironia.

4 pensieri riguardo “due piccioni con una fava (anzi, con un libro)

  1. che posso dire…
    la cornwell non mi piace nemmeno un po’.
    nemmeno nelle copertine. o nella scelta degli aggettivi.
    niente niente.
    ma se funziona va bene pure lei.

    Mi piace

  2. Vedi? Se il mondo è bello perché è vario, i libri lo sono di più! E poi… nemmeno a me piace fare l’aerosol, ma a volte è l’unico rimedio ai germi che alloggiano nel mio naso (è il primo esempio che mi è venuto in mente…)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...